Addio a Sean Connery, il James Bond più amato di sempre

Lʼattore scozzese aveva 90 e dal 2003 si era ritirato dalle scene. Oltre a quelli di 007 ha interpretato numerosi film di successo vincendo un Oscar e un Golden Globe.

E’ morto a 90 anni Sean Connery, uno degli attori più noti e amati della scena cinematografica mondiale. Il primo interprete della saga di James Bond ha vinto un premio Oscar e tre Golden Globe nella sua ricca carriera. Dal 2003 aveva abbandonato le scene, dopo aver lavorato in “La leggenda degli uomini straordinari”. Sean Connery è morto nel sonno, circondato da molti membri della sua famiglia, a Nassau, alle Bahamas. Lo ha detto il figlio Jason Connery citato dalla Bbc. “Stiamo tutti elaborando per accettare questo enorme evento poiché è accaduto solo di recente, anche se mio padre non stava bene da tempo”, ha aggiunto. Oggi è “un triste giorno per tutti coloro che conoscevano e amavano mio padre e una triste perdita per tutte le persone in tutto il mondo che hanno apprezzato il meraviglioso dono che aveva come attore”, ha concluso.

Conney mancava al cinema ormai da 17 anni. Da quando una malattia neurodegenerativa lo aveva costretto a ritirarsi dalle scene. O almeno questo secondo le molte voci circolate, visto che lui e la sua famiglia non hanno mai fatto trapelare nulla da una privacy a prova di bomba. Ma la sua presenza non è mai venuta meno. Non solo per le continue repliche dei film dell’agente 007, ma soprattutto per il segno che Connery ha lasciato nella storia del cinema, diventando uno dei personaggi mito del grande schermo.

Nato a Glasgow nel 1930, figlio di una donna delle pulizie e di un camionista, fu bagnino, lattaio, verniciatore di bare e aspirante membro della marina britannica, una strada che non proseguì a causa di problemi di salute. Poco più che ventenne abbandonò una possibile carriera sportiva e si dedicò al cinema. Ruoli non di particolare importanza. La sua vita (e la storia del cinema) cambiarono nel 1962 quando Albert “Cubby” Broccoli e Harry Saltzman lo scelsero per il ruolo di James Bond, nonostante l’iniziale opposizione di Ian Fleming che lo trovava non troppo grezzo nella recitazione e prestante nell`aspetto. In realtà nacque un vero mito e lo stesso Fleming cambiò idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *